Come costruire il successo di un brand: viaggio nella mente del consumatore

Come costruire il successo di un brand: viaggio nella mente del consumatore.

Le Manifestazioni a Premio: un pratico manuale operativo per la gestione di concorsi ed operazioni a premio

Il manuale, preparato con cura, attenzione e professionalità viene pubblicato come seconda edizione da Pieraldo Editore a seguito delle innovazioni recate nella materia dal DPR n. 430/2001 a decorrere dall’aprile 2002. Il testo contiene tutte le novità introdotte dall’art. 12 del DL n.39/2009, le ultime interpretazioni commentate dall’Autore (G.Oliva), le più recenti risoluzioni ministeriali, nonchè un ampio commento alla sentenza n. 428 del 19/10/212 della Corte di Giustizia europea,

E’ un libro di oltre 448 pagine di grandissimo ausilio per tutti coloro che utilizzano la leva delle iniziative promozionali a premi quale strumento di marketing per una migliore e più proficua commercializzazione dei beni e servizi offerti.

Nel testo sono puntualmente illustrati tutti gli aspetti in cui si articolano le iniziative premiali: dalle problematiche giuridiche generali all’analisi delle modalità e delle tecniche promozionali piuù usuali, dalle attività commerciali escluse all’assoggettabilità alla norma a quelle vietate ed al connesso sitenma sanzionatorio dagli adempimenti squisitamente amministrativi agli obblighi di natura fiscale legati alla natura e al valore dei premi. Il testo contiene tutte le novità introdotte nell’art. 12 DL 39/2009.

Unitamente alla modulistica da utilizzare a supporto degli adempimenti, il manuale presenta una ricca rubrica di risposte a questioni e dubbi più frequenti circa la corretta interpretazione ed applicazione delle norme ivi comprese quelle fiscali.

E’ corredato infine da una corposa appendice ove sono raccolti i riferimenti normativi nonchè la prassi (circolari e risoluzioni) e la giusrisprudenza richiamate nel testo.

La speciale offerta riservata a CONCORSIEADV è scaricabile qui http: http://www.slideshare.net/alforo/web-offer-concorsiadv170614?utm_source=slideshow02&utm_medium=ssemail&utm_campaign=share_slideshow

potrete cliccare anche nell’immagine sottostante e salvare e scaricare l’offerta sul vs. pc, compilare la speciale cedola di commissione libraria ed acquistare al prezzo speciale riservato ai lettori del blog di € 33 rispetto agli € 38 del prezzo di copertina

Non perdete l’occasione! un ringraziamento particolare a Pieraldo Editore ed all’Autore il mio amico Giuseppe Oliva.

 

 

 

Quale il portale n. 1 Italia di concorsi, operazioni a premio e couponing?

Soldissimi.it

un portale che è stato il precursore in Italia delle promozioni. Ben strutturato e ben organizzato i fondatori, Simona e Ciro, sono stati i veri visionari ed importatori del “genere” in Italia.

Oltre a tutte le info relativi a concorsi e promozioni il portale è forte di una community e di svariati forum. A mio avviso il punto di riferimento di tutti coloro che in un modo o nell’altro si interessano all’articolato mondo delle promozioni.

Recentemente poi, in abbinata con il crescente successo che il couponing sta avendo anche in Italia è stato nato anche il portale Mollichina.com  

Complimenti agli ottimi risultati che hanno premiato tanti anni di sacrificio; a mio avviso il portale è per leader tutti gli altri sono follower…

Punti premio concorsi fedeltà, cessione tra partner – “Quale il futuro della Coalition?”

Catalogo_premi_SISA_2012-14_Pagina_24

Con la risoluzione 101/E del 26 novembre scorso l’Agenzia delle Entrate ha definitivamente sancito che l’attività di trasferimento “bollini” o “punti” da un’azienda all’altra, per essere successivamente assegnati ai clienti, è un’attività che non sconta l’iva ma bensì l’imposta sostitutiva del 20%;

l’Agenzia delle Entrate con tale risoluzione chiarisce quale debba essere il corretto trattamento fiscale da applicare al trasferimento dei “bollini”, nel caso in cui il cliente richieda come premio, non un bene, ma i punti di un altro concorso o manifestazione a premio; La questione, in sostanza, scaturisce dall’eventualità che il cliente, sulla base dei punti accumulati, opti ad esempio per l’acquisizione dei bollini di altre Insegne.

Per tale ipotesi, le società prevedono, su base contrattuale, la possibilità di scambiarsi i punti a fronte di un corrispettivo (Nectar?). L’Agenzia precisa, in primo luogo, che tali punti costituiscono un vero e proprio premio presente nel catalogo. Quindi, il corrispettivo percepito dal cedente è esente dall’Iva e l’acquirente è tenuto al versamento dell’imposta sostitutiva del 20%, ai sensi dell’articolo 19, comma 8, legge 449/1997.

Tale chiarimento dell’Agenzia trova anche riscontro circolare 89/E del 24 marzo 1998; qui si precisava che tra le operazioni non imponibili, che scontano l’imposta sostitutiva del 20%, devono essere comprese “anche quelle operazioni (cessioni di beni e prestazioni di servizi che per un qualunque motivo non sono state assoggettate all’imposta sul valore aggiunto e quindi anche quelle non rilevanti o esenti”.

In conseguenza di quanto sopra essendo l’acquisto dei punti un’operazione esente da Iva, la società partner che acquista i punti dovrà corrispondere l’imposta sostitutiva del 20 per cento.

Il primo pensiero che mi è scaturito dalla lettura della notizia di cui sopra è stato: “…difficile la gestione delle coalizioni!…anche sotto l’aspetto fiscale!“;  il secondo è stato: “Quale il futuro della Coalition in Italia?”; personalmente mi piacerebbe tanto avere in tasca un’unica tessera per raccogliere punti ovunque (dal benzinaio, dal negozio di elettronica e dal parrucchiere…) ed avere alla fine del periodo promozionale un bel po’ di punti da spendere nel rispetto delle piu’ fantasiose meccaniche di redemption attualmente disponibili sul mercato. (recentemente grazie a Nectar ho redento una fantastica centrifuga ed una caraffa Brita…che gioia!)

Terzo pensiero:  non è possibile “smaterializzare” tutte le card che ogniuno di noi oggi possiede e creare un’unico circuito valido per tutti??? Già in molti “smaterializzano” la card – TotalErg ha fatto scuola in tale direzione; ma a quando l’avvento di un unico circuito che si interfaccia con tutti  gli aderenti in maniera semplice e diretta? anche alla luce delle complicazioni fiscali sopra citate credo che, nonostante la tecnologia attualmente disponibile, sarà sempre piu’ difficile pensare, almeno per l’Italia, ad un borsellino elettronico che raccolga punti / bollini e che possa essere utilizzato ovunque per redimere e premiare, magari, con moneta elettronica.

Qualcuno disse …”I had a dream!”… effettivamente, il sogno, sul lungo periodo si è trasformato in realtà.

Quali le attuali tendenzze Italiane ed Europee?  qualcuno conosce casi che fanno scuola o anche semplici casi studio che vorrebbe raccontare? bene questo spazio è disponibile; mi piacerebbe raccogliere le esperienze degli addetti ai lavori …il tutto con un fine molto concreto, liberarmi definitivamente di tutte “card” plastificate che invadono ed inspessiscono il mio portafoglio! 🙂

Eurojackpot : avete visto la pubblicità?

Avete visto la pubblicità dell’Eurojackpot on air in TV in questi giorni? sapete di cosa parlo? cosa ne pensate voi, addetti ai lavori e non ?

In un momento storico nel quale l’Europa ed i singoli paesi aderenti all’ormai lontano Trattato di Maastricht si affrontano l’un l’altro a muso duro per importanti questioni economiche e le banche centrali stanno ormai studiando il modo migliore per non scivolare in un profondo abisso portantosi tristemente dietro l’intera popolazione europea e, in un contesto normativo importante in tema di giochi e concorsi quale quello Italiano dove SI SANCISCE CON GRANDE ENERGIA IL C.D. “PRINCIPIO DELLA TERRITORIALITA'”, questi Signori …cosa fanno ??? ci propongono di partecipare ad un gioco nel quale “l’Italia sfida l’Europa ogni venerdì sera “…di seguito il link ufficiale Sisal – Eurojackpot

I paesi aderenti sono molti e quindi immagino anche i partecipanti…l’unica cosa che trovo difficile da capire è perchè ?, diversamente dall’Eurojackpot un normalissimo concorso, che non richiede ai suoi partecipanti di versare denaro, ma che semplicemente premia a fronte magari di un acquisto, ,e che operi in tutta Europa nello stesso momento, possa essere considerato dalle Autorità competenti al controllo NON CONFORME ALL’ATTUALE NORMATIVA IN MATERIA (Dpr 430/2011 e successivi adeguamenti), mentre, una lotteria o meglio un “jackpot”, possa felicemente essere ritenuto lecito e anzi promozionabile con grande assegnazione di budget e visibilità su tutte le TV e media nazionali….

La questione a mio avviso meriterebbe una raccolta firma da sottoporre al Parlamento Europeo affinchè si risevgli nel Legislatore transnazionale l’interesse che meritano concorsi ed operazioni a premio anche in forza dell’importante gettito fiscale che questi apportano e che vada in direzione di un importante adeguamento delle norme anche alle nuove tecnologie. (oggi in realtà per partecipare ad un concorso basta essere connessi ad internet…e molti contest, senza parlare dei “giveaway”, sfruttano già software di estrazione o di partecipazione piu’ o meno complicati);
se la normativa si adeguasse all’andamento naturale degli eventi tutti i cittadini europei potrebbero partecipare in maniera lecita e contestualmente il promotore potrebbe indire un concorso UNICO in maniera altrettanto lecita!.. Strano che nessuno ad oggi si sia fatto carico di regolare la questione, eppure gli introiti derivanti dalla tassazione dei contest potrebbero comunque essere incamerati, ad esempio da quello Stato sul cui Territorio il promotore ha provveduto a “depositare” il regolamento del concorso o dell’operazione a premio…

potrebbe essere questa una soluzione??? cosa ne pensate? qualcuno conosce il modo corretto per ottenere l’interessamento del Legislatore in direzione di un adeguamento? Vogliamo dare evidenza alle differenze e proporre delle alternative ? Che fine ha fatto il Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio sulle iniziative promozionali del mercato interno e che modifica la direttiva 98/27/CE? qualcuno ne sa qualche cosa….

concorsi e promozioni nel web

La grande diffusione di concorsi e promozioni è testimoniata dalla continua crescita di siti web, forum e blog dedicati al mondo delle promozioni.

La promozione aiuta le vendite e, in periodi di crisi, tutto ciò che aiuta a sostenere le vendite, e non costa come la pubblicità classica, è molto ben accetto e diventa importante strumento di business;

Abbiamo assistito in questi anni ad un proliferare di siti web dedicati al mondo dei concorsi delle promozioni e della scontistica.

Ho provato a fare una mappatura dei siti che maggiormente si rivolgono al conumatore con l’intento di “comunicare”  nuovi concorsi ed attività promozionali in genere; ho scoperto che i siti che si occupano di “promozione” in senso generale sono moltissimi e l’elenco  di cui sotto non ha pretese di esaustività ma semplicemente vuol essere un primo punto di riferimento per tutti coloro che direttamente o indirettamente sono interessati alla materia.

Qualcuno di voi ha notizia e conosce altri link da mettere in elenco oltre a quelli di sotto evidenziati? sarebbe gradito un post con una descrizione breve del sito. grazie a tutti coloro che vorrano contribuire!

www.soldissimi.it

http://www.omaggiogratuito.it/

http://www.vincimondo.it/

http://www.mollichina.com/

www.concorsiepremi.it

www.concorsionline.com

www.premieconcorsi.com

www.brandfan.it

http://www.oluck.it/

www.omaggiogratuito.it

www.faresoldierisparmiare.it

www.concorsoapremio.com

http://forum.ioguadagno.it/

http://primopremio.net/2012/04/concorso-viaggio-nei-luoghi-ds5/

http://www.concorsi-online.com/

http://www.cb-blog.it/category/concorsi-a-premi/

http://www.campioniomaggiogratuiti.it/tag/premio-concorso

http://www.jackpot-bingo.it/concorsi-a-premi-il-fascino-del-piatto-in-palio/

http://www.concorsieraccolte.com/Forum/index.php

http://www.net-parade.it/

http://www.dimmicosacerchi.it/forum/concorsi-premi-vf181.html

http://www.monopoli.info/il-progetto/

Give away vietati : raccolta firme

Ho potuto constatare che il discorso “Give Away” ha molto animato la discussione ed ha scatenato pareri diversi e discordi.

Ho inoltre sentito che è partita una raccolta firme in questa direzione, qualcuno sa dare maggiori informazioni in merito e pure sul criterio del funzionamento (a livello tecnico e delle conseguenze che può apportare) della raccolta firme.

Grazie fin d’ora per i preziosi aggiornamenti

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: